Esperienze di “MONOTIPO”

Share

Qualche giorno fa ho visto un documentario su DEGAS in cui, ad un certo punto, si trattava dei suoi monotipi ad olio su zinco poi trasferiti su carta (per esser poi, in alcuni casi, colorati a pastello).

Il risultato mi è molto piaciuto (al di la di Degas in se) per il calore e la pastosità del risultato, anche se erano in bianco e nero.

Allora ho provato a farne uno.

Ho usato l’olio, perchè è più pastoso e viene assorbito meno dalla carta, ma non l’ho diluito per non ungere il cartoncino con l’olio di lino.

Come base, non avendo una lastra di zinco ho usato una piastrella 20 x 20 bianca smaltata. Liscia.

IMG_1344

Ho poi messo il foglio (prima asciutto, poi bagnato, ed è meglio quest’ultima soluzione) e poi ho premuto sul suo retro per un po’ di tempo.

IMG_1346

ed ecco il risultato del primo esperimento (il primo col foglio asciutto):

IMG_1347ed il secondo col foglio bagnato:

IMG_1348

IMG_1349

e dopo questo primo esperimento, ho cercato di farne un’altro un poco più ricercato:

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.