Esperienze di “MONOTIPO”

Qualche giorno fa ho visto un documentario su DEGAS in cui, ad un certo punto, si trattava dei suoi monotipi ad olio su zinco poi trasferiti su carta (per esser poi, in alcuni casi, colorati a pastello).

Il risultato mi è molto piaciuto (al di la di Degas in se) per il calore e la pastosità del risultato, anche se erano in bianco e nero.