Notturno #2 – la seconda ora: il gigaverme.

 

Le cose reali nel buio non sembrano più reali dei sogni. (Murasaki Shikibu)

La seconda ora: il gigaverme.

L’enorme e tetro arco che fungeva da ingresso alla grotta più buia che David avesse mai visto era lì, di fronte a loro. Sembrava una cosa uscita da un racconto di Lovecraft, tanto era imponente. Un’architettura un po’ sghemba ma solida, come se si trovasse lì dalla notte dei tempi. Intorno all’apertura erano cresciute piante e muschio, segno evidente che era passato del tempo dalla sua creazione e anche da che qualcuno ci avesse messo piede. Era come un tempio antico, la porta per un altro mondo, e l’effetto scenico era dato anche da tutta una serie di piccoli fiori luminescenti che parevano incorniciarlo in una ghirlanda luminosa.

Continua a leggere

logo handmade

Akronya handmade

In relazione al fatto che io e Luigi Chialvo stiamo mettendo mano a Ismaele ed Akronya, per rieducare completamente la storia (siamo cambiati molto come narratori, in questo paio di anni), ho pensato che anche il logo meritasse un certo tipo di attenzione. Allora mi sono messo al tavolo ed ho cominciato a disegnare il carattere ed a dare forma alla scritta Akronya. 

Continua a leggere

PITTanate

Isamele cover e logo

Eccomi qui per fare un po’ il punto sulle varie cose che faccio.

Prima di tutto vi dico che io e Luigi Chialvo stiamo rimettendo le mani su Ismaele, rielaborando in parte la storia in modo da sfoltirla un po’ e renderla più dinamica. Il design del personaggio resta abbastanza simile, ma la storia viene “reboothata” interamente. Intanto ho fatto il logo (rigorosamente a mano e poi definito in vettoriale) e dato un’impronta allo stile. Cambia anche titolo, tornando a quello iniziale: Le Cronache di Akronya.

Continua a leggere

A proposito di Tunder Tardo

Tunder Tardo è uno di quei personaggi che mi vengono a mente mentre sto facendo altro.

Nella fattispecie mentre lavoravo a un paio di storie comunitarie per due collettivi ed alla prima puntata di Zakk Void (che vedrà la luce presumibilmente a marzo, pubblicato da Spectre Editore), quando ad un certo punto mi è venuto in mente che sarebbe potuto essere divertente provare a fare una parodia di fumetto dell’epoca che fu della Marvel (ma anche della DC).

Continua a leggere